Lo Spettacolo dell’UCI TRACK CYCLING WORLD CUP

novembre 22, 2017 0

Sei Mai Andato Entrato In Un Velodromo?

Hai presente la sensazione di quando ti cade l’iphone per terra dalla parte dello schermo? L’adrenalina a mille, la paura mista a eccitazione prima di raccoglierlo perchè non vuoi vedere i danni, e poi l’immensa felicità nel vedere che ti sei salvato ancora una volta.

Più o meno sono le stesse cose che provi guardando una gara in pista. Già solo guardando, figuriamoci quando provi a girarci in pista. L’adrenalina prima dell’arrivo al velodromo; la paura mista a eccitazione durante le gare perchè siamo tutti tifosi di qualcuno sotto sotto e curiosi di sapere come andrà a finire; e poi l’immensa felicità che ti farà restare per un po’ di giorni con il classico sorriso da ebete. Si, solo leggermente diverso da quello che hai di solito.

6 GIORNI DI TORINO – VELODROMO FRANCONE

Quest’estate sono andato a vedere la 6 Giorni di Torino al Velodromo Francone. Organizzata in maniera perfetta, grandi atleti come il nostro Campione Olimpico Elia Viviani, la nostra Campionessa del Mondo Rachele Barbieri e i fratelli Volikakis (se il nome non ti dice nulla tranquillo neanche io li conoscevo prima, ma hanno due cannoni al poste delle gambe); però per qualche strano motivo il pubblico non era quello delle grandi occasioni. Per lo più persone “anziane”, nostalgici forse di quello che significava una volta la pista in Italia, o giovanissimi che sono stati trascinati dai genitori. Poche le persone che sono andate anche solo perché: E’ UNO SPETTACOLO!

Ps. L’ingresso era gratis…

UCI TRACK CYCLING WORLD CUP

Il 12 Novembre ho avuto la fortuna di poter assistere a una delle infinite meraviglie sportive: UCI TRACK CYCLING WORLD CUP, in quella che è chiamata National Cycling Center – Home of British Cycling, a Manchester (UK). Se sei una persona normale le tue pulsazioni saranno già quelle del fondo lento, tutto normale non ti preoccupare.

Al velodromo di Manchester, sarà perché era una tappa di coppa del mondo e si è fatta pagare come tale, sarà perché l’impianto è una cosa fantasmagorica, sarà perché gli inglesi sono stati abituati a vedere show come quelli di Sir Bradley Wiggins o Sir Chris Hoy (respira, riesco a sentire le pulsazioni che aumentano), ma, si il 12 Novembre potevi vedere coppie con bambini di qualche mese accompagnati anche dai nonni, ragazzi e ragazze di ogni età fare un tifo da stadio, “anziani” nostalgici con una grinta da far invidia a qualche ventenne. Sicuramente l’Inghilterra e questa manifestazione sono il chiaro esempio che la pista e le pistard piacciono alla gente e forse anche in Italia meriterebbero un po’ più di considerazione.

Ti do cinque ragioni per andare a vedere un qualsiasi evento su pista, ovvio che se hai la possibilità di andare ad uno organizzato dall’UCI le emozioni saranno sicuramente amplificate.

Solo cinque?

Si, perché sono il numero giusto per convincerti ad andare senza anticiparti tutto quello che vedrai e vivrai.

  1. Se quando ti vesti per uscire con il tuo gruppo di amichetti pensi di essere figo e perchè non hai mai visto un neozelandese in completo total black che ti sfreccia davanti su una bici total black a più di 70 km/h!
  2. Il casino organizzato durante la Madison? La cosa più bella del mondo.
  3. Le cicliste…va beh hai capito no?!
  4. Capirai che…NON sai andare in bici!
  5. Essere forse l’unico italiano in mezzo a migliaia di Inglesi e urlare “daje ragazze”, beccandosi un iniziale brutto sguardo dal tuo vicino ma che fortunatamente si è poi tradotto in un sorriso, prima della partenza della finale per l’oro UK vs ITALY nell’inseguimento a squadre ti farà sentire più figo del neozelandese.

Bene adesso puoi comprare il biglietto e poi iniziare il cool down!

Quartetto italiano in posizione per la finale dell’inseguimento a squadre contro la Great Britain. Elisa Balsamo, Simona Frapporti, Francesca Pattaro e Silvia Valsecchi.


Leave a comment:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: